Home

“O eterno e inaccessibile, splendido e dolce fluire di fonte nascosta agli occhi di tutti i mortali! La tua profondità é senza fine, la tua altezza senza termine, la tua ampiezza è infinita, la tua purezza imperturbabile!…

Da te scaturisce il fiume «che rallegra la città di Dio», perché «in mezzo ai canti di una moltitudine in festa» possiamo cantare cantici di lode, dimostrando, con la testimonianza, dell’esperienza, che «in te è la sorgente della vita e alla tua luce vediamo la luce».”

(Dalle «Opere» di san Bonaventura, vescovo)