Consiglio provinciale esteso: verifica annuale e mandato quaresimale per il 150° anniversario

21.02.2011

Sabato 19 febbraio, in casa provinciale, Sr. Ermenegilda Cavasin ha incontrato le superiore delle comunità in Italia, con lo scopo di condividere il cammino spirituale condotto l’ anno scorso in Provincia. Le sottolineature da lei offerte hanno messo in luce il compito delle animatrici di comunità nel guidare, correggere, promuovere ogni sorella, nella concretizzazione delle aspirazioni personali di autenticità e fedeltà; le ha invitate a non venire a patti con l’insidia di una vita superficiale e mediocre ed affrontare in modo chiaro e preciso i problemi, provocando risposte coerenti, libere e generose al Signore. “Non sempre è bene tacere, – ha detto – certamente è più facile! Ma, se è opportuno riconoscere il bene fatto, bisogna anche intervenire su comportamenti che minano la vita fraterna e cedono ad individualismi disgreganti.

Nel secondo momento della riunione, le superiore hanno offerto una panoramica sull’impegno delle rispettive comunità durante l’anno 2010, tratteggiando rapidamente gli impegni apostolici ordinari e le nuove iniziative di proposta del messaggio evangelico. Da tutti gli interventi è emersa l’esigenza di migliorare la qualità della vita fraterna sia come relazione interpersonale che come collaborazione nella condivisione degli ideali, delle iniziative e delle fatiche apostoliche. Si è sottolineato il valore del dialogo aperto e sincero, nonché della capacità di coinvolgere tutte le sorelle nei programmi, perché da ogni progetto risulti il volto della comunità che lo sostiene. La fraternità-in-comunione si offre come antidoto alle situazioni di disgregazione della società attuale e diviene testimone di Speranza e di Amore.

  Siamo quindi passate al terzo momento del programma, con la presentazione delle linee di formazione permanente per il 2011. Lo slogan:

raggiungere l’umanità redenta

 ha trovato espressione nel momento dei Vespri in cui, sotto lo sguardo del Crocifisso di S. Leonardo da Porto Maurizio (reliquia ricevuta in dono dalla comunità di via A. Saffi alcuni anni fa), sr. Ermenegilda ha consegnato ad ogni superiora un Crocifisso su legno di ulivo, con il compito preciso di avviare, nella prossima quaresima, iniziative di preghiera nel rispettivo ambito apostolico: adorazione alla Croce, via Crucis, peregrinatio attraverso le famiglie delle parrocchie o nelle realtà delle proprie opere.Trova infatti opportuno inserimento, nelle celebrazioni del 150° anniversario di fondazione,  la proposta di una particolare riflessione sull’amore redentivo di Cristo, che sostanzia il nostro carisma di fmsc.

Precedente Pagbalican (Phl): inaugurazione del centro multifunzionale Successivo sr. Ermenegilda è tornata dalle Filippine