Phl: marzo missionario 2012

20.04.2012

Scrive sr. Lilibeth: Il 6 marzo, insieme con sr. Maribel, siamo andate in una parrocchia della diocesi di Catarman, per un ritiro a 64 giovani sul tema: ‘Pregare, soffrire e risorgere con Cristo?. La nostra testimonianza di vita e’ molto importante, l’annuncio diventa anche per noi una sfida per vivere in profondità la nostra consacrazione.

Il 10-11 marzo c’è stato un incontro con 89 giovani. Mi hanno invitato a proporre una riflessione il tema della giornata nazionale della gioventù: La fede fondata in Cristo Gesù. E’ sempre un’opportunità entrare nel mondo dei giovani, condividere la nostra esperienza con Cristo e la significatività della fede nella nostra vita di consacrate. Non essendoci nessuno che segue questi giovani, mi sono fermata con loro tutto il giorno, interrogandomi sulla nostra responsabilità di farci presenti presso di loro per confrontarci, dialogare e condividere disagi e problemi. Ho capito che i giovani hanno bisogno di essere ascoltati, accompagnati e seguiti.

Dal 12 al 14 marzo la comunità di Boso-Boso, per la prima volta, ha svolto una missione di evangelizzazione in un nuovo villaggio: Appia. Nonostante la pioggia intensa, il programma non ha avuto intoppi. Sono stati realizzati: incontri con i ragazzi, giochi di conoscenza, attività di animazione, ritiri e riflessioni.

Dal 14 al 18 Marzo, abbiamo programmato un incontro di promozione vocazionale in Zamboanga e il ‘search’ a cui hanno partecipato 19 ragazze. Dopo aver chiesto la motivazione della loro presenza e spiegato il significato dell’incontro, abbiamo parlato della vocazione in generale, perché apprezzino la bellezza del dono della vita che e’ la prima chiamata … Al pomeriggio abbiamo approfondito l‘invito del vangelo: “vieni e vedi”, quindi Sr.Teresita ha fatto conoscere la nostra Congregazione.  Alcune giovani hanno manifestato il desiderio di stare con noi.

Il 24-25 Marzo, c’è stato il ritiro dei catechisti della  diocesi di Calbayog. Sr. Marilyn ha proposto una riflessione sul Mistero Pasquale. E’ stata una opportunità per lei dare testimonianza della sua fede e la sua esperienza pasquale.
La presenza di  Sr.Marilyn in diocesi è una presenza di  comunità perché, attraverso la sua persona, tutta la fraternità partecipa alle attività diocesane. Questo significa che non lavoriamo da sole ma dove siamo e dove lavoriamo portiamo con noi la nostra famiglia religiosa e la nostra comunità.

Il 25 Marzo, si è svolto l’incontro regionale dei giovani francescani a Christ the King. Sr. Marilyn, come responsabile dei giovani Francescani del college, ha animato questo incontro, dando la sua disponibilita’ con gioia, come  suora francescana missionaria del Sacro Cuore.

Precedente 13 novembre pomeriggio: chiusura dell'anno giubilare in Provincia Successivo 15 giugno: ammissione al noviziato