La Nuova Evangelizzazione dell’Asia riparte da Manila

Con una grande conferenza internazionale, dedicata alla “nuova evangelizzazione” e GEDC1469annunciata dall’Arcivescovo di Manila, il Card. Luis Antonio Tagle, la Chiesa delle Filippine si è fermata a riflettere sul suo peculiare contributo all’opera della “nuova evangelizzazione”, soprattutto in Asia. La conferenza ha visto presenti, dal 16 al 18 ottobre, circa 5.000 rappresentanti dalle diocesi di tutto il paese e da altri paesi asiatici, all’Università di Santo Tomas a Manila.

“Si tratta dell’evento culminate dell’Anno della Fede nell’Arcidiocesi di Manila”, ha spiegato il Card. Tagle, che ha ricordato come “la Chiesa delle Filippine ha sempre avuto un ruolo missionario di primo piano in Asia”.

Le attività congressuali, si sono strutturate in tre giorni con i seguenti temi:

  1. “Venite e vedrete” (da Gv 1, 39), incentrato sul tema dell’incontro con Dio.
  2. “Resta con noi” (Lc 24,29), focalizzato sui luoghi di comunione e rinnovamento   nella chiesa.
  3. “Duc in altum” (Lc 5,4), in cui si è parlato specificamente della missione.

Il Card. Tagle ha tenuto una “lectio magistralis” su “La dimensione missionaria dell’evangelizzazione”, il cui contenuto è servito da base per il confronto nei gruppi dei diversi ambiti di impegno pastorale. La conferenza si è chiusa con una solenne Eucaristia, e una processione per le strade di Manila.

Le nostre sorelle così ci scrivono:GEDC1478

“Rispondendo all’invito di Sua Eccellenza il Cardinale Luis Antonio Tagle abbiamo partecipato a questo grande incontro che si è aperto con una messa in rito filippino (Misa ng Bayang Pilipino). In esso abbiamo colto un appello per la nuova evangelizzazione, secondo gli obiettivi già indicati nel Secondo Consiglio Plenario delle Filippine, 22 anni fa:

  • creare un’esperienza di Dio nel contesto del nuovo millennium,
  • rinforzare il legame di comunione nella chiesa della nostra terra,
  • ispirare i fedeli a vivere con spirito missionario e a condividere il vangelo con umiltà e gioia.

Come comunità ci sentiamo molto privilegiate di aver partecipato a questo momento di grazia della nostra Chiesa! L’abbiamo avvertito come una sollecitazione e una sfida alla missionarietà: ci ha comunicato l’urgenza di riscoprire il senso e l’importanza della famiglia nella formazione cristiana e ci ha spronato a collaborare nella parrocchia dando preferenza ai giovani e ai poveri.

Il Santo Padre nel suo messaggio, ci ha esortato con forza a  non stancarci di portare la misericordia del Padre ai poveri, agli ammalati, agli abbandonati e alle famiglie.” (comunità “Maria Immacolata” Quezon City, Filippine)

GEDC1495

Riportiamo il messaggio inviato dal Santo Padre Francesco in tale occasione:

Cari fratelli e sorelle nel Signore Gesù Cristo

[…] spero possiate sperimentare di nuovo la presenza di amorosa di Gesù nella vostra vita, amare di più la Chiesa e condividere il Vangelo con tutti, con umiltà e gioia. Non stancatevi di portare la misericordia del Signore ai poveri, agli infermi, agli abbandonati, ai giovani e alle famiglie. Fate conoscere Gesù nel mondo della politica, degli affari, dell’arte, della scienza, della tecnologia, dei mezzi di comunicazione sociale. Fate che lo Spirito Santo rinnovi la creazione e porti giustizia e pace alle Filippine e al grande continente asiatico, che è molto vicino al mio cuore.

Per favore, pregate per me, ne ho bisogno. Prometto di pregare per voi in modo speciale Nostra madre, La Beata Vergine Maria, Stella della nuova evangelizzazione.

Mabúhay ang Pilipínas! Mabúhay ang Asia! Pagpaláian kayo ng Dios!

[Viva le Filippine! Viva l’Asia! che Dio vi benedica!]

 

Precedente Anno 8° n. 10 – Ottobre 2013 Successivo Filippine, 1.200 morti accertati per il tifone Haiyan.