Albania: speciale Giubileo

  Albania:   speciale  Giubileo                                                                                                                                                                                                    

    550 anni dell’ emigrazione della Madonna del Buon Consiglio dal suo Santuario in Scutari al Santuario di Genazzano.

 

Il 26 Aprile in Albania si celebra la festa della Madonna del Buon Consiglio, protettrice di Scutari e Luce dell’Albania. In realta’ si festeggia due volte l’anno, il terzo lunedi’  di ottobre viene solennemente festeggiata a Scutari e tra le varie attivita’ si svolge sempre una processione durante la quale, Lei, la  Madre di tutti, percorre le vie principali della citta’ benedicendo, consolando e attirando a se’ i fedeli, per presentarli a Suo Figlio Gesu’, assicurando il suo amore come ha sempre fatto durante i tempi piu’ bui e terribili della dittatura comunista quando e’ stata  la forza e la vittoria  del nostri 38 Martiri durante le disumane torture.

Quest’anno ricorre una data speciale, ricordiamo infatti  550 anni della partenza dell’immagine della Madonna del Buon Consiglio, che da Scutari si e’ allontanata il 25 aprile dell’anno 1467, alla vigilia dell’occupazione dei Turchi,  per recarsi a Genazzano (Roma) dove tuttora viene venerata. In questa occasione il santo Padre ha concesso un Giubileo speciale che e’ stato preparato con tre giorni di attivita’ e  celebrato con molta solennita’ il 26 aprile 2017 con una celebrazione presieduta dal Delegato del Papa, Card. Franc Rode’ Prefetto emerito della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Societa’ di Vita Apostolica. Concelebravano tutti iI  Vescovi e i sacerdoti d’Albania, alla presenza delle massime autorita’ civili e di migliaia di fedeli che hanno una devozione particolare per questa Madre che hanno sempre sentito accanto a loro nelle avverse vicende storiche di questo popolo cosi’ duramente provato, umiliato e perseguitato.

Naturalmente anche noi abbiamo preso parte alle  celebrazioni insieme al gruppo dei giovani che durante la processione della vigilia hanno portato a spalle con orgoglio l’immagine,  dalla Cattedrale fino al santuario,  mentre una grande folla recitava il santo Rosario e cantava le Lodi a Maria percorrendo le vie della citta’.

 Storia della Madonna di Scutari

 

 

 

 

 

 

 

 

Precedente Un anniversario semplicemente celebrato Successivo Via Crucis a Borgo Carso