Via Crucis a Borgo Carso

“ Il dono di fare penitenza…é partecipazione al mistero                                                                                                     della Passione, Morte e Risurrezione di Cristo>>” (Cost. 52)

Siamo partite da Centocelle dopo la celebrazione della Passione del Signore con la comunità, alle 19:15. Siamo arrivate a Borgo Carso alle 20:30 in casa delle suore dove Sr. Valeria, Sr. Stefania e Sr. Cristina ci hanno accolto con gioia, liete dell’incontro tra sorelle. Siamo andate in Parrocchia alle 20:45, le persone erano ancora impegnate negli ultimi preparativi, ma alcuni si sono avvicinati per accoglierci e per mandare i saluti a tutte le suore che negli anni hanno conosciuto e delle quali  hanno un bellissimo ricordo.

La Via Crucis è cominciata alle 21:10 animata dai ragazzi e dalle ragazze della Parrocchia, che hanno rappresentato le vari stazioni nel cortile davanti la chiesa. La rappresentazione era guidata da un gruppo di pie donne che hanno seguito Gesù lungo tutto il cammino della passione. Tutto ha avuto inizio con l’ultima cena e la lavanda dei piedi, poi ogni stazione è stata drammatizzata dai ragazzi che hanno interpretato i vari personaggi del Vangelo.

Nella stazione II dove Gesù è caricato della croce, Sr. Marta ha dato la sua testimonianza. Parlando della sua esperienza di figlia, sposa, sorella e madre secondo le parole di S. Francesco nella sua lettera ai fedeli, ha cercato di trasmettere la bellezza della propria vita in risposta ad una vocazione e ad una  missione da parte di Dio, che solo può condurre alla vera gioia. Nella stazione VI,  la Veronica asciuga il volto di Gesù, e’ stata ascoltata un’altra testimonianza, quella  di una donna che svolge il suo servizio di carità come volontaria in carcere.

 Nella stazione XII Gesù è stato crocifisso sulla croce posta davanti alla chiesa tra i due ladri. Abbiamo vissuto un momento di silenzio e di contemplazione della sofferenza di Gesù che muore sulla croce per amore dell’umanità. Dopo aver tolto il corpo di Gesù dalla croce, per l’ultima stazione tutta la gente è entrata nella chiesa dove era stata preparata la tomba vuota davanti all’altare. La scena è finita con l’annuncio gioioso  della resurrezione di Gesù dato da una donna, mentre l’assemblea e’ esplosa con un canto di gioia. Tutti i giovani, durante tutto il pio esercizio,  hanno manifestato in silenzio la loro partecipazione  alla passione di Gesù.

Al termine don Pasquale ha preso la parola per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e ha spiegato il tema di questa Via Crucis che voleva dare attenzione alle donne del tempo di Gesù e del tempo nostro con le testimonianze di due persone che, ancora oggi, consacrano la loro vita al Signore e al servizio ai fedeli. Tutti i parrocchiani ci hanno salutato con gioia esprimendoci  gratitudine per la nostra presenza.                                                                                                                                                                                                                                                                                       Sr. Angel Rose Solas                                                                                                                                                Sr. Jaida Gustaham

 

 

Precedente Albania: speciale Giubileo Successivo Cammino quaresimale della comunità Anno 2017