SULLE VIE dell’AMORE

L’Azione Cattolica in pellegrinaggio…La nostra attività parrocchiale prosegue senza sosta e il nostro ultimo e affollato impegno si è svolto il 4 febbraio quando, con due pullman carichi di entusiaste famiglie, siamo partiti per un pellegrinaggio a Bolsena.

Avete capito bene: intere famiglie di quattro o cinque componenti si sono fatti guidare sulle vie dell’Amore.

Questo non ci sorprende, anzi, ci commuove!

Ci commuove che famiglie giovani abbiano compreso l’importanza dell’educazione religiosa e della testimonianza per i loro figli.

Chi meglio di Santa Cristina, una martire di soli 11 anni, può interpellare dei Genitori?

La nostra giornata è cominciata con la visita alla Basilica di Santa Cristina.

Avendo partecipato alla Celebrazione Eucaristica il sabato sera, abbiamo dedicato con tranquillità il tempo a disposizione per pregare davanti alle Sue reliquie e rispondere alle mille domande che solo i bambini sanno fare con spontaneità.

Poi, sempre insieme, abbiamo riflettuto e pregato davanti alle testimonianze tangibili del Miracolo Eucaristico.

Chi di noi non ha, o non ha avuto dubbi?

La Vita, ogni giorno, ci mette alla prova e questo vale per tutto, in modo particolare per la nostra Fede.

E’ accaduto quello che osserviamo negli incontri del Catechismo: i visi dei bambini e dei ragazzi raccontano tutta la loro meraviglia e curiosità nel pensare che Gesù, il Figlio di Dio, si fa piccolo piccolo per diventare pane. Ma questo vale anche per noi adulti. I loro volti, le loro espressioni, non erano diversi da quelli dei loro figli: la Fede è un dono, un dono grande che va però alimentato! Si alimenta con l’ascolto, la preghiera, la condivisione e il confronto costanti, liberi, aperti. E’ stato questo perciò lo stile e il senso del nostro pellegrinaggio.

La nostra giornata è stata arricchita anche dalla visita alle Catacombe di Santa Cristina. Se nei bambini e ragazzi ha prevalso la curiosità, per gli adulti è stata una occasione per riflettere ed anche per approfondire le proprie conoscenze.

 Non è certo mancata una bella passeggiata sul lungo lago, data la splendida giornata di sole che ci è stata regalata dalla Provvidenza.

Dopo il pranzo, condiviso a Vitorchiano, mentre i ragazzi venivano intrattenuti dai nostri ‘mitici’ e generosi Educatori, Carmela e Sr Eustella hanno incontrato i Genitori per riflettere sul senso e l’impegno quotidiano della testimonianza.

La giornata è “volata via”, ma è stata sicuramente una valida opportunità per una ricarica fiduciosa e serena nel riprendere la quotidianità sia nelle famiglie che nel lavoro, nella scuola e, non ultimo, nella realtà parrocchiale in cui ci troviamo ad operare.

Tutto questo, sempre, nella consapevolezza di essere solo “strumenti” nelle mani di Dio!

Pace e bene!    Sr Eustella FMSC  e  Carmela  Lfmsc

 

 

Precedente Duronia: visita del nuovo vescovo Mons. Claudio Palumbo Successivo Verso il Sinodo sui giovani...