La Chiesa vuole raggiungere le famiglie…

“La Chiesa vuole raggiungere le famiglie con umile comprensione e desidera accompagnarle….” Papa Francesco

 

Da qualche anno collaboro in Parrocchia, nel settore  Caritas, soprattutto per portare un aiuto alle difficoltà che, oltre alla povertà economica, incontrano le persone che sono in miseria, senza una casa, rifugiati, dove  manca  il necessario per vivere quotidianamente, o per pagare le inevitabili bollette, spesso non c’è il lavoro, manca anche la serenità, la dignità della persona quando non può offrire sostentamento a sé e alla sua famiglia.

 

Ma un altro disagio con cui sono venuta a contatto è quello di coppie, che, benché, in possesso di un lavoro e di una condizione economica decorosa, si ritrovano in conflitto, in fase di disgregazione.

Non per nulla Papa Francesco continua ad invitare gli operatori pastorali, a prendersi cura delle famiglie, in grave difficoltà, per disfunzione di relazioni e crisi di valori.

Ecco perché, con un diacono permanente, sposato, della parrocchia abbiamo iniziato da due anni un percorso per coppie a partire dall’Esortazione Apostolica Amoris Laetitia.

La Chiesa vuole raggiungere le famiglie con umile comprensione, e il suo desiderio «è di accompagnare ciascuna e tutte le famiglie perché scoprano la via migliore per superare le difficoltà che incontrano sul loro cammino”.(227)

Ovviamente i principi sono stati incarnati nella storia condivisa e nelle problematiche relazionali condivise da 6 coppie, coinvolte sempre più a pieno nel percorso di riscoperta della gioia d’essere sposati in Dio.

Il cammino che doveva esaurirsi in un anno,ma  per volontà delle coppie stesse sta ora continuando per un approfondimento della Parola del Signore, che orienti una conversione di vita familiare e si collochi in prospettiva in funzione di servizio nella chiesa. Molto preziosi i contributi del diacono, marito e padre di 4 figli, oltre a essere con sua moglie, cristiani sostenuti dalla preghiera quotidiana.

Ma per concretezza di problematiche, non è mancata la consulenza di un esperto terapeuta della coppia, che con competenza ha affrontato gli insorgenti conflitti quotidiani tra marito e moglie, cercando nelle cause, la radice della soluzione!

A questo proposito sabato 17 Febbraio le coppie disponibili hanno partecipato a una giornata di ritiro quaresimale con i  Volontari della Caritas parrocchiale, per iniziare a conoscere ambiti in cui impegnarsi.

                                                                       Sr Floriana

 

Precedente La nevicata del 2018... Successivo Prima Confessione