PASSO DOPO PASSO

A passi sempre più spediti il tempo di Quaresima si consuma.
Allo stesso modo continuano ad incalzare gli appuntamenti salienti nella parrocchia di Sant’Eligio per la nostra Azione Cattolica.

Durante la mattinata di sabato 17 marzo, presso il nostro Istituto “M. Immacolata”, abbiamo tenuto il ritiro conclusivo per i ragazzi che riceveranno il Sacramento della Confermazione ad aprile.
O forse no? Questa la domanda da cui è partita la riflessione:
“Perché ricevere questo Sacramento, perché non rimandare? E chi di voi sa di essere pronto?” Domande che li hanno spiazzati, quasi a convincerli di rimandare!
Da questo è nato un confronto costruttivo in cui anche il nostro Padre Gregorio, con il Suo esempio, ha fatto la Sua parte.

Sì, perché nessuno sceglie veramente ciò che vuole fare.
Ci si fida del fatto che Qualcuno ci metta nella condizione di affrontare ciò che non comprendiamo o ci aspettavamo.

I 45 ragazzi del gruppo sono rimasti colpiti dalla tanta tenacia “del frate del ritratto” che avevano davanti.
Poi la preghiera in chiesa ed un panino insieme hanno fatto il resto.

Nel pomeriggio, stavolta in Parrocchia, abbiamo vissuto il Rito della consegna della Bibbia e della Luce ai ragazzi del primo anno di Cresima.

Per l’occasione tutti i ragazzi hanno indossato il saio e si sono preparati con grande cura.
E’ stato un momento emozionante che ha coinvolto i genitori fino alle lacrime.

Domenica 18 marzo, con il gruppo del Percorso Genitori (eravamo in 96) abbiamo vissuto un intenso momento di catechesi esperienziale presso l’Associazione Volontari Capitano Ultimo.

La presenza di Ultimo è sempre molto significativa, come forte è la provocazione che sempre fa ai genitori di educare i figli alla “scuola di Gesù” attraverso la figura di San Francesco d’Assisi. Un vero cristiano non può dirsi tale se prescinde da questo e non è d’esempio ai suoi figli. Accettare chiunque e comunque coloro che Dio Padre ci mette sul cammino questa è la quotidiana Perfetta Letizia.
La celebrazione Eucaristica vissuta all’aperto nonostante frate Vento ed un caloroso momento di convivialità hanno completato il senso della giornata che si è divisa tra preghiera, carità e confronto.
Il cammino continua verso la conversione del cuore e l’incontro dell’anima di chi incrociamo sul cammino, la S. Pasqua si avvicina ma dentro ognuno di noi c’è ancora tanto da fare!

Pace e bene.

Sr Eustella FMSC, Carmela Lfmsc

Precedente A MANI TESE !!! Successivo Momento di riflessione in preparazione alla Pasqua