Christmas Caroling anche in Casa Provinciale

Nelle Filippine la preparazione alla festa del S. Natale comincia già nel mese di settembre quando si iniziano a sentire melodie e canti natalizi in casa e nei negozi che vendono addobbi e fanno i saldi. Si crea così aria di festa.

Ma è il 16 dicembre, proprio quando inizia la Novena con la “Misa di Gallo” o “Simbang Gabi”, che si celebra all’alba, quando l’atmosfera si veste a festa.

È molto viva la bella tradizione di Christmas Caroling che proviene dalla Spagna, a noi lasciata durante la dominazione spagnola nell’anno 1500. È una tradizione annuale non solo per i bambini, ma anche organizzazioni religiose o gruppi di amici e dei giovani che vanno di casa in casa cantando melodie natalizie per ricevere qualcosa in cambio come ricompensa e per raccogliere fondi per i bisognosi. Si dice anche che ricordano Maria e Giuseppe che vanno di casa in casa in cerca di un alloggio essendo giunto per Maria il tempo. E intanto si canta tutta la storia di quei giorni.
Quest’anno, proprio il 16 dicembre, abbiamo ricevuto la visita della Comunità Filippina della Parrocchia di S. Bernardo a Roma dove siamo presenti nella S. Messa della domenica. Hanno voluto allietarci con i canti e darci l’annuncio della venuta del Salvatore.

Sono venuti insieme al sacerdote che segue la Comunità, perfettamente preparati, in costume nero e bianco e con gli strumenti musicali. Li abbiamo accolti con grande gioia, desiderose di condividere con loro un momento così bello e toccante.

Hanno eseguito canti molto armoniosi ai quali abbiamo partecipato anche noi rivivendo con emozione la bella tradizione della nostra terra.

Al termine anche noi, pur non essendo preparate, passando da spettatrici a protagoniste, abbiamo esibito alcuni canti e insieme abbiamo dato lode al Signore all’inizio della Novena del S. Natale.
Alla fine abbiamo offerto alcuni dolci caratteristici, ma loro ci hanno vinto in generosità perché hanno messo sul tavolo diverse specialità della cucina filippina.

Poi insieme abbiamo raggiunto la chiesa per la visita al Santissimo Sacramento e un canto. Tornate in sala abbiamo condiviso e gustato le specialità.

E’ stato un momento semplice ma fraterno e festoso. In tanti modi e in diverse Lingue si può e si deve lodare il Signore ed è sempre una esperienza arricchente farlo insieme.

Precedente Una riflessione comunitaria Successivo È FESTA IN PROVINCIA