Saluto di commiato a Sr. Enrichetta

Suor Enrichetta, sorella carissima!
Domenica scorsa, nella solennità di Cristo Re, l’evangelista Matteo ci invitava a rivolgere lo sguardo verso le realtà ultime, verso quel giorno misterioso in cui Gesù Cristo riapparirà quale Re glorioso dell’universo e della storia. Ed Egli ti ha chiamata a sé proprio due giorni dopo.
Non credi sia stata una bellissima e provvidenziale coincidenza?
Tu hai vissuto gran parte della tua vita a Lido dei Pini con tanti bambini e bambine che ogni giorno avevano bisogno di te. Avevano fame, hai dato loro da mangiare, avevano sete, hai dato loro da bere, erano stranieri e li hai accolti e amati, li hai vestiti, li hai curati.
Come deve essere stato meraviglioso l’incontro con Gesù che ti ha riconosciuto come colei che, con semplicità e amore, ha realizzato il Suo programma.
Ed oggi, prima di congedarti, a nome di tanti bimbi e bimbe, ormai adulti, desidero ringraziarti per quanto hai donato con amore, dedizione e semplicità.
Ora davvero potrai cantare in eterno: “Signore, mio Dio, con cuore semplice e gioioso, ho dato tutto.”
Grazie suor Enrichetta per il dono della tua vita e per il tuo esempio umile di missionaria francescana del Sacro Cuore.
Prega per noi!

Roma, 27.11.2020

 

 

Precedente “Non temere, ti Ho chiamato per nome: tu sei Mio” Is 43,