Laici

Il nostro carisma di evangelizzazione si apre a tutti coloro che, volendo esprimere il ministero profetico ricevuto nel battesimo secondo lo stile delle Suore Francescane Missionarie del S. Cuore, desiderano portare nel mondo, con la preghiera e con l’opera, l’amore del Cuore trafitto di Cristo, ispirandosi a Francesco d’Assisi.

»scarica  Statuto_Laici

Fraternità laicale di Borgo Carso

Raccontare la storia del gruppo “Lfmsc” di Borgo Carso non è cosa da poco. Come tutte le realtà significative, esso è cresciuto come il piccolo seme della pa­rabola evangelica.

San Francesco amava chiamare Chiara semplicemente ‘la cristiana’; possiamo fare altrettanto con queste donne veramente impegnate a vivere il Vangelo, vera­mente ‘cristiane’. Dopo aver svolto vari servizi di animazione e aver partecipato con assiduità alla riflessione sulla Parola, esse hanno raccolto l’invito di vivere  testimoniando la fede nel Signore. Lo fanno con semplicità. Il loro impegno passa con solerte premura dalla preghiera, alla forma­zione cristiana personale, dalla pulizia della chiesa, alla testimonianza del Van­gelo, dalla collaborazione nel servizio missionario, all’animazione cristiana delle famiglie del Borgo, prima fra tutte la propria.
Gradualmente nel loro animo si è fatto strada il desiderio di partecipare in maniera sempre più convinta all’azione evangelizzatrice, tanto che la proposta di aderire formalmente ai Laici Associati delle suore presenti nel Borgo, ha trovato terreno fertile e, con la collaborazione del parroco, Don Libardo Rocha Camargo e la guida di sr. Oliviera, coadiuvata da sr. Stefania e sr. Cristina, nel novembre del 2009, si è concretizzata nella fondazione del primo gruppo di Lfmsc ( Laici Francescane Missionarie del Sacro Cuore) della provincia religiosa  “Maria Immacolata” – Roma.

 Fraternità laicale di Boso-Boso

Anche a Boso-Boso, il 2 marzo 2011 ha preso il via la fraternità dei Laici associati: 16 candidati, tra donne e uomini.

Sr. Ermenegilda, con una semplice  celebrazione, ha consegnato loro il distintivo di appartenenza, illustrando il significato della scelta.

 Adesioni individuali

Offriamo la possibilità, a chiunque lo desideri, di condividere la nostra spiritualità e la nostra missione, secondo il suo stato di vita, dopo un tempo previo di conoscenza e formazione presso una nostra fraternità.
Nei mesi di aprile-maggio 2010, hanno aderito all’Associazione Lfmsc:

Carmela Mascio
 Ho deciso di dedicare la mia esistenza all’educazione dei ragazzi, all’esercizio quotidiano della Carità cristiana e alla preghiera, secondo lo stile sincero e gioioso di San Francesco e delle Suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore di cui vivo lo spirito e condivido il cammino, sentendomi “di famiglia” da sempre”.Sono nata a Roma il 23/05/’68. Ho frequentato l’ex istituto magistrale ”Maria Immacolata” di via Tor de’ Schiavi 150 dove, attraverso le attività offerte ho conosciuto e mi sono innamorata, prima del Francescanesimo e poi dell’Azione Cattolica: dal 1983 sono sempre rimasta al fianco della Congregazione di cui ha pian piano ho conosciuto lo spirito ed il carisma partecipando a tutte le attività proposte, affiancando le Suore e dando vita a nuovi progetti e sperimentazioni pastorali. Ho conseguito il diploma di laurea in Scienze Religiose, diverse specializzazioni didattiche e un master di Bioetica, sono una insegnante elementare convinta. Divido il mio tempo tra l’impegno di presidente dell’A.C. dell’Istituto, Consigliere Diocesano di A.C. e coordinatrice della Commissione Diocesana A.C. per la Pastorale Familiare di Roma e l’A.C.R. “facendo quotidianamente base” presso l’Istituto. Dal 16 aprile 2010 sono una Laica Associata. Mi sono consacrata privatamente a Lourdes nel 1986 con la benedizione dell’allora Vicario di Roma Ugo Poletti ed ho deciso di dedicare la mia esistenza all’educazione dei ragazzi, all’esercizio quotidiano della Carità cristiana e alla preghiera, secondo lo stile sincero e gioioso di San Francesco e delle Suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore di cui vivo lo spirito e condivido il cammino, sentendomi “di famiglia” da sempre. 
Giuseppina Massaro
 Ho 42 anni sono sposata con un uomo che mi vuole bene, con due figli… (il marito di Giuseppina, l’anno successivo a questa lettera è deceduto in un terribile incidente) Sono una persona semplice, che vuole amare a tutti i costi ed essere contraccambiata poiché è questo amore che ci tiene legati gli uni agli altri e a Dio stesso e ci fa contemplare la sua bellezza. La mia è una famiglia molto unita… Sono stata onorata di conoscervi… a tal punto di avere il desiderio di rimanere per sempre in mezzo a voi (Francescane Missionarie del S. Cuore) e allo stesso tempo di ritornare a casa, con il cuore che mi scoppiava dalla gioia, per condividere con la mia famiglia quei momenti meravigliosi. Per questo vi chiedo con umiltà di considerarmi un piccolo pezzo del prezioso mosaico della vostra Congregazione. 
Testimonianza di Elvira
 Sono felice di far parte di questa famiglia. Sono Elvira e sono una Laica associata. Domenica, 29 novembre, si è svolta la cerimonia per la consegna del TAU nella parrocchia “Maria Immacolata” di Borgo Carso, con la partecipazione della Madre Provinciale sr. Ermenegilda e di altre sorelle. Don Libardo, il Parroco, ha presieduto alla cerimonia che è stata emozionante fin dall’inizio. Abbiamo deposto tutti, davanti all’altare, un lumino acceso che ha formato un grande cuore a significare il desiderio di accogliere nella nostra vita l’invito che il Signore ci fa di amarci gli uni gli altri come lui ci ama. Ci sono stati dei bellissimi canti che mi hanno fatto scoppiare il cuore di gioia. Quasi alla fine della preghiera, sr. Oliviera ci ha fatto disporre ai piedi del presbiterio. La Superiora Provinciale ci ha imposto il TAU come segno di appartenenza alla fraternità delle Laiche Associate alle FMSC, dandoci il benvenuto nella famiglia. Quando sr. Ermenegilda mi ha messo il Tau, mi sono sentita ricca dentro, il mio cuore stava scoppiando dalla felicità: mi sento orgogliosa di quello che ho fatto per la prima volta nella mia vita! Mi sono così emozionata che da quando ho messo il TAU non l’ho più tolto, perché mi sento protetta. Mi sento felice ed orgogliosa, più vicina a Dio. Sono felice di far parte di questa famiglia e togliere il TAU è come spogliarmi di tutto. Dopo la cerimonia siamo andate nella scuola materna di Borgo Carso per condividere un’agape fraterna con le altre sorelle laiche e con la famiglia fmsc. Ho vissuto un momento veramente speciale, non so bene come descrivere quello che provo e quello che sento, ma è come se mi dovesse succedere qualcosa di bello, o forse è già successo. Il mio cuore è pieno di gioia e di amore da donare agli altri. So che devo fare un lungo cammino, ma con l’aiuto di Dio ce la farò. Il 24 novembre c’è stata la consegna del bambino Gesù da portare di casa in casa nel periodo di Natale con una preghiera. Ho già iniziato questo percorso e si sta rivelando molto soddisfacente; anche chi non frequenta la chiesa ha piacere di ricevere un segno simbolico che parla di Gesù. Ho parlato con una ragazza che mi ha detto di non frequentare la chiesa, perché non se la sente, ma lei è cattolica e quando se la sentirà inizierà un cammino. Mi ha detto:” So che dovrei andare in chiesa, ma è più forte di me, non riesco ad entrarci”. Sicuramente non è il momento giusto, ma spero che la presenza di Gesù Bambino riesca a convincerla. (foto) Un altro programma andato in porto è stato quello di mercoledì 2 dicembre: la veglia di preghiera con i giovani del Borgo. Hanno partecipato oltre 70 persone, compresi alcuni adulti. E’ stato bello vedere tutti questi giovani riuniti in preghiera! Non ci aspettavamo tanto: è stato emozionante! Ad ognuno è stato consegnato un piccolo Gesù Bambino, con una preghiera da tenere sul comodino. Dopo la cerimonia, nelle salette, abbiamo offerto una cioccolata calda e dolci per stare un po’ insieme. Sono felice che fino ad ora il nostro programma stia funzionando bene ed è una gioia vedere che quanto abbiamo programmato su carta si stia realizzando.